Il licenziamento per giustificato motivo oggettivo: da extrema ratio a strumento imprenditoriale