La biblioteca di Studi giuridici e umanistici dell’Università degli studi di Milano conserva un interessante patrimonio di oltre 1.300 immagini di soggetto geografico, principalmente paesaggistico e cartografico. Si tratta di una collezione risalente ai primi decenni del Novecento, composta perlopiù a scopo didattico per l’insegnamento della geografia all’interno della Regia accademia scientifico-letteraria e confluita alla metà degli anni Venti nell’appena costituita Università degli studi di Milano. La maggior parte dei materiali è rappresentata da diapositive su lastra di vetro, la cui provenienza è spesso legata a studi fotografici e istituti specializzati nella fornitura di materiale didattico da proiezione (ad esempio, le serie dello studio tedesco di Theodor Benzinger di Stoccarda; dell’Istituto italiano per le proiezioni luminose di Milano; della W. H. Lawrence & B. S. Turpin di Boston). La restante parte del fondo è costituita da stampe fotografiche di diversa tipologia e origine. Tra queste, particolarmente significativi sono gli scatti originali risalenti agli anni Dieci, realizzati da alcuni geografi in occasione di escursioni e viaggi in Italia (in particolar modo in area alpina e prealpina e in Sicilia) e in Nord Africa (Libia e Tunisia). Il fondo resta in attesa di inventariazione, operazione che si ritiene quanto mai utile in virtù della sua importanza quale patrimonio storico, tanto in virtù dei soggetti paesaggistici ripresi, quanto per le possibili implicazioni in termini di didattica storica della geografia.

Il fondo fotografico del Gabinetto di Geografia della Regia accademia scientifico-letteraria (Università degli studi di Milano)

Luca Bonardi;
2022

Abstract

La biblioteca di Studi giuridici e umanistici dell’Università degli studi di Milano conserva un interessante patrimonio di oltre 1.300 immagini di soggetto geografico, principalmente paesaggistico e cartografico. Si tratta di una collezione risalente ai primi decenni del Novecento, composta perlopiù a scopo didattico per l’insegnamento della geografia all’interno della Regia accademia scientifico-letteraria e confluita alla metà degli anni Venti nell’appena costituita Università degli studi di Milano. La maggior parte dei materiali è rappresentata da diapositive su lastra di vetro, la cui provenienza è spesso legata a studi fotografici e istituti specializzati nella fornitura di materiale didattico da proiezione (ad esempio, le serie dello studio tedesco di Theodor Benzinger di Stoccarda; dell’Istituto italiano per le proiezioni luminose di Milano; della W. H. Lawrence & B. S. Turpin di Boston). La restante parte del fondo è costituita da stampe fotografiche di diversa tipologia e origine. Tra queste, particolarmente significativi sono gli scatti originali risalenti agli anni Dieci, realizzati da alcuni geografi in occasione di escursioni e viaggi in Italia (in particolar modo in area alpina e prealpina e in Sicilia) e in Nord Africa (Libia e Tunisia). Il fondo resta in attesa di inventariazione, operazione che si ritiene quanto mai utile in virtù della sua importanza quale patrimonio storico, tanto in virtù dei soggetti paesaggistici ripresi, quanto per le possibili implicazioni in termini di didattica storica della geografia.
64
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
geotema_il fondo cartografico unimi_03-BONARDI - I BOZZA.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: Accesso gratuito (solo visione)
Dimensione 1.2 MB
Formato Adobe PDF
1.2 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10278/5003152
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact