Sull'inoppugnabilità delle conciliazioni sindacali: una posizione isolata