Collaborazioni etero-organizzate, coordinate e continuative e subordinazione: come “orientarsi nel pensiero”