Nel saggio ci si domanda che cosa, secondo Wittgenstein, faccia di un credenza una credenza religiosa e in quale senso una credenza religiosa sia propriamente una credenza. In particolare, ci si interroga sul rapporto che sussiste tra una credenza, in quanto credenza religiosa, e la sua eventuale giustificazione e a quale tipo di giustificazione una credenza religiosa possa eventualmente fare appello. Nella parte finale si illustrano le considerazioni precedenti prendendo in considerazione l'atteggiamento di Wittgenstein nei confronti dei miracoli anche attraverso un paragone con l'atteggiamento di Hume sul medesimo tema.

Croire sans preuve. Wittgenstein et la religion

PERISSINOTTO, Luigi
2013

Abstract

Nel saggio ci si domanda che cosa, secondo Wittgenstein, faccia di un credenza una credenza religiosa e in quale senso una credenza religiosa sia propriamente una credenza. In particolare, ci si interroga sul rapporto che sussiste tra una credenza, in quanto credenza religiosa, e la sua eventuale giustificazione e a quale tipo di giustificazione una credenza religiosa possa eventualmente fare appello. Nella parte finale si illustrano le considerazioni precedenti prendendo in considerazione l'atteggiamento di Wittgenstein nei confronti dei miracoli anche attraverso un paragone con l'atteggiamento di Hume sul medesimo tema.
391
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Croire sans preuve - Wittgenstein et la religion.pdf

embargo fino al 31/12/2015

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso chiuso-personale
Dimensione 3.41 MB
Formato Adobe PDF
3.41 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10278/37128
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact