Lucano e Isidoro di Siviglia: storia di una corrispondenza di velenosi sensi