In questo articolo cerco di chiarire il ruolo di mediazione giocato, per Gramsci, dall’ambiente delle riviste fiorentine rispetto alla ricezione italiana della cultura europea. L’interpretazione vociano- lacerbiana di numerosi gangli culturali primo-novecenteschi (pragmatismo, empiriocriticismo, sorelismo, ecc.) serve infatti al Gramsci del carcere tanto per chiarire la propria posizione su tali fondamentali snodi di riflessione politico-culturale, quanto per distanziarsi dall’interpretazione di questi proposte da alcune delle punte più avanzate della cultura borghese.

Gramsci e il “filtro” europeo dei vociano-lacerbiani: ruolo dell’intellettuale, oggettività, pragmatismo, empiriocriticismo, proudhonismo

Mimmo Cangiano
2022

Abstract

In questo articolo cerco di chiarire il ruolo di mediazione giocato, per Gramsci, dall’ambiente delle riviste fiorentine rispetto alla ricezione italiana della cultura europea. L’interpretazione vociano- lacerbiana di numerosi gangli culturali primo-novecenteschi (pragmatismo, empiriocriticismo, sorelismo, ecc.) serve infatti al Gramsci del carcere tanto per chiarire la propria posizione su tali fondamentali snodi di riflessione politico-culturale, quanto per distanziarsi dall’interpretazione di questi proposte da alcune delle punte più avanzate della cultura borghese.
L’Europa di Gramsci. Filosofia, letteratura e traducibilità
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
L'Europa di Gramsci - estratto Cangiano.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Copyright dell'editore
Dimensione 864.57 kB
Formato Adobe PDF
864.57 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10278/5005740
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact