La solitudine del sovversivo (2021) è un libro che appartiene a una ti- pologia ibrida, in transito tra vari generi come l’autonarrazione / au- tofinzione, il romanzo di formazione, il racconto storico e scritture di frontiera. La caratteristica della scrittura differita, vale a dire di una scrittura che racconta una vicenda passata e che, in qualche mo- do, provoca la rottura della continuità tra vita e testo, presenta una speciale rielaborazione della memoria dove il dato narrato viene ac- compagnato dal limite impreciso tra ciò che appartiene al mondo del- la finzione e ciò che deriva dall’esperienza del reale.

Bechis, M. (2021). La solitudine del sovversivo. Milano: Ugo Guanda Editore, 348 pp.

regazzoni susanna
2021

Abstract

La solitudine del sovversivo (2021) è un libro che appartiene a una ti- pologia ibrida, in transito tra vari generi come l’autonarrazione / au- tofinzione, il romanzo di formazione, il racconto storico e scritture di frontiera. La caratteristica della scrittura differita, vale a dire di una scrittura che racconta una vicenda passata e che, in qualche mo- do, provoca la rottura della continuità tra vita e testo, presenta una speciale rielaborazione della memoria dove il dato narrato viene ac- compagnato dal limite impreciso tra ciò che appartiene al mondo del- la finzione e ciò che deriva dall’esperienza del reale.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Dialnet-MarcoBechisLaSolitudineDelSovversivo-8188971.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: Accesso gratuito (solo visione)
Dimensione 301.78 kB
Formato Adobe PDF
301.78 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10278/5005642
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact