L’articolo ripercorre le tappe che la chiesa cattolica ha attraversato dalla seconda metà del secolo XIX fino al presente riguardo al problema della divisione delle chiese cristiane. Una prima fase è individuata nella prospettiva del «ritorno» delle altre chiese nel senso della vera chiesa da cui si erano staccate. Questo periodo «unionista» giunge fino agli anni Trenta del XX secolo con alterne vicende. Il dramma della seconda guerra mondiale segna una cesura con il passato, ma anche permette l’incontro tra persone di diversa confessione religiosa, unite nella comune esperienza della Resistenza. Ciò favorisce l’avvio di un dialogo impostato su basi nuove: non più un «ecumenismo cattolico», ma una meta comune frutto di un percorso di confronto e di ricerca, riesaminando ciò che separa e ciò che unisce all'interno della propria tradizione religiosa e di quella "gerarchia di verità" di cui è avvertita Unitatis redintegratio. Nel postconcilio, la fine della stagione dei dialoghi teologici, con il fallimento nella recezione dei documenti di convergenza dottrinale, ha aperto una nuova fase, che sollecita la struttura stessa delle Chiese per poter avviare una nuova «primavera ecumenica».

«L’unità della grazia ecumenica fatta al nostro secolo». La chiesa cattolica di fronte al movimento ecumenico

Marotta S
2014

Abstract

L’articolo ripercorre le tappe che la chiesa cattolica ha attraversato dalla seconda metà del secolo XIX fino al presente riguardo al problema della divisione delle chiese cristiane. Una prima fase è individuata nella prospettiva del «ritorno» delle altre chiese nel senso della vera chiesa da cui si erano staccate. Questo periodo «unionista» giunge fino agli anni Trenta del XX secolo con alterne vicende. Il dramma della seconda guerra mondiale segna una cesura con il passato, ma anche permette l’incontro tra persone di diversa confessione religiosa, unite nella comune esperienza della Resistenza. Ciò favorisce l’avvio di un dialogo impostato su basi nuove: non più un «ecumenismo cattolico», ma una meta comune frutto di un percorso di confronto e di ricerca, riesaminando ciò che separa e ciò che unisce all'interno della propria tradizione religiosa e di quella "gerarchia di verità" di cui è avvertita Unitatis redintegratio. Nel postconcilio, la fine della stagione dei dialoghi teologici, con il fallimento nella recezione dei documenti di convergenza dottrinale, ha aperto una nuova fase, che sollecita la struttura stessa delle Chiese per poter avviare una nuova «primavera ecumenica».
XXXV
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
L_unita_della_grazia_ecumenica_fatta_al.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso gratuito (solo visione)
Dimensione 5.26 MB
Formato Adobe PDF
5.26 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10278/5005363
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact