Questo studio analizza secondo una nuova prospettiva il problema dell’accuratezza delle previsioni emesse dagli analisti finanziari. L’ipotesi testata è che la prossimità fisica degli analisti a centri di specializzazione industriale costituisca un vantaggio informativo per gli stessi, migliorando l’accuratezza delle loro previsioni. In letteratura tale ambito di ricerca è nuovo e il lavoro si configura come una prima indagine esplorativa del tema. Selezionando quattro diversi settori (Farmaceutico, Bancario, Oil&Gas, Retail) e sei paesi europei (Francia, Germania, Italia, Svezia, Svizzera e Regno Unito), sono stati raccolti dati sia macroeconomici, per individuare i diversi centri di eccellenza, sia relativi agli analisti finanziari, alle loro previsioni e alla loro collocazione geografica. I risultati ottenuti sono in linea con le aspettative e mostrano che la collocazione geografica degli analisti finanziari rispetto ai centri di specializzazione industriale influenza l’accuratezza delle loro previsioni. I risultati suggeriscono inoltre che il grado con cui gli analisti usufruiscono di questo vantaggio informativo dipende, quantomeno in parte, dal livello di specializzazione degli stessi. Complessivamente, dunque, le evidenze empiriche confermano il beneficio di far parte di un network, sia esso formale o informale, dove le informazioni, la condivisione delle conoscenze e delle competenze maturate possono facilmente circolare.

LA PROSSIMITÀ A CLUSTER INDUSTRIALI E L’ACCURATEZZA DELLE PREVISIONI DEGLI ANALISTI FINANZIARI

CAVEZZALI, Elisa;RIGONI, Ugo
2011

Abstract

Questo studio analizza secondo una nuova prospettiva il problema dell’accuratezza delle previsioni emesse dagli analisti finanziari. L’ipotesi testata è che la prossimità fisica degli analisti a centri di specializzazione industriale costituisca un vantaggio informativo per gli stessi, migliorando l’accuratezza delle loro previsioni. In letteratura tale ambito di ricerca è nuovo e il lavoro si configura come una prima indagine esplorativa del tema. Selezionando quattro diversi settori (Farmaceutico, Bancario, Oil&Gas, Retail) e sei paesi europei (Francia, Germania, Italia, Svezia, Svizzera e Regno Unito), sono stati raccolti dati sia macroeconomici, per individuare i diversi centri di eccellenza, sia relativi agli analisti finanziari, alle loro previsioni e alla loro collocazione geografica. I risultati ottenuti sono in linea con le aspettative e mostrano che la collocazione geografica degli analisti finanziari rispetto ai centri di specializzazione industriale influenza l’accuratezza delle loro previsioni. I risultati suggeriscono inoltre che il grado con cui gli analisti usufruiscono di questo vantaggio informativo dipende, quantomeno in parte, dal livello di specializzazione degli stessi. Complessivamente, dunque, le evidenze empiriche confermano il beneficio di far parte di un network, sia esso formale o informale, dove le informazioni, la condivisione delle conoscenze e delle competenze maturate possono facilmente circolare.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
LA PROSSIMITÀ A CLUSTER INDUSTRIALI E L’ACCURATEZZA DELLE PREVISIONI DEGLI ANALISTI FINANZIARI.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Licenza non definita
Dimensione 2.25 MB
Formato Adobe PDF
2.25 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10278/37952
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact