Le cause della fortuna: un'aporia. Aristotele, Fisica B 5.197a20-25