The author addresses some questions concerning the relationship between the staging and the sound effects produced on stage, in a span of time that extends for one hundred years starting from the first decades of the nineteenth century, demonstrating that with Jenůfa by Janáček the code of traditional opera is broken.

L'autore affronta alcune questioni che riguardano il rapporto fra la messa in scena e gli effetti sonori prodotti in palcoscenico, in un arco di tempo che si estende per cento anni a partire dai primi decenni , dell'Ottocento, dimostrando che con Jenůfa di Janáček si rompe il codice dell'opera tradizionale.

«Et vive la musique qui nous tombe du ciel!». Spazio scenico e drammaturgia nell’opera dell’Ottocento

Michele Girardi
2021

Abstract

L'autore affronta alcune questioni che riguardano il rapporto fra la messa in scena e gli effetti sonori prodotti in palcoscenico, in un arco di tempo che si estende per cento anni a partire dai primi decenni , dell'Ottocento, dimostrando che con Jenůfa di Janáček si rompe il codice dell'opera tradizionale.
Libretto – Partitur – Szene. Studien zum Musiktheater: Festschrift für Jürgen Maehder zum 70. Geburtstag
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
20211211_Girardi_espace.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 2.1 MB
Formato Adobe PDF
2.1 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10278/3757481
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact