The aim of this work is to present and comment data from various sources on the staff of the Italian public administration, today subject of a process of reform which, in order to be successful must necessarily start from an exact understanding of the "numbers': New challenges have to be faced together with the old ones: guaranteeing staff turn over, introducing new knozvledge and skills, adapting the system 's responses, also taking into account the European efficiency and effectiveness benchmarks. The data, whose reading difficulty is also discussed, show us that the scale of the challenge is signifzcant, even looking atEuropean comparisons: very old public employees with an average presene in relation to the inhabitants certainly not high and diversified, even considerably, between regions. Some suggestions from the anlyses are clear: one-off interventions cannot be thought of, but both recruiting and personnel and career management must be radically rethought.

Obiettivo di questo lavoro è quello di presentare e commentare dati, provenienti da varie fonti, sul personale della pubblica amministrazione italiano, oggi oggetto di un percorso di riforma che, per avere successo deve necessariamente partire da una esatta comprensione `dei numeri". Sono da fronteggiare nuove sfide assieme alle vecchie: garantire il ricambio del personale, introdurre nuove conoscenze e competenze, adattare k risposte del sistema, tenendo conto anche dei benchmark europei di efficienza ed efficacia. I dati, di cui si discute anche la difficoltà di lettura, ci indicano che la portata della sfida è rilevante, anche guardando a confronti europei: dipendenti pubblici molto vecchi con una presenza media in rapporto agli abitanti certamente non elevata e diversificata, anche notevolmente, tra regioni. Alcuni suggerimenti delle analisi sono chiari: non si può pensare ad interventi una tantum, ma va ripensato radicalmente tanto il recruiting, quanto la gestione del personale e delle carriere.

Il personale della pubblica amministrazione: evoluzioni temporali, invecchiamento e confronti regionali e internazionali

Stefano Campostrini;Alessandro Grassi
2021-01-01

Abstract

Obiettivo di questo lavoro è quello di presentare e commentare dati, provenienti da varie fonti, sul personale della pubblica amministrazione italiano, oggi oggetto di un percorso di riforma che, per avere successo deve necessariamente partire da una esatta comprensione `dei numeri". Sono da fronteggiare nuove sfide assieme alle vecchie: garantire il ricambio del personale, introdurre nuove conoscenze e competenze, adattare k risposte del sistema, tenendo conto anche dei benchmark europei di efficienza ed efficacia. I dati, di cui si discute anche la difficoltà di lettura, ci indicano che la portata della sfida è rilevante, anche guardando a confronti europei: dipendenti pubblici molto vecchi con una presenza media in rapporto agli abitanti certamente non elevata e diversificata, anche notevolmente, tra regioni. Alcuni suggerimenti delle analisi sono chiari: non si può pensare ad interventi una tantum, ma va ripensato radicalmente tanto il recruiting, quanto la gestione del personale e delle carriere.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
EHNH80.pdf

non disponibili

Descrizione: Articolo completo
Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso chiuso-personale
Dimensione 3.85 MB
Formato Adobe PDF
3.85 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10278/3745306
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact