La discrezionalità contrattuale alla luce del principio di buona fede: un'occasione di confronto con il sistema inglese