Opera e «queer musicology». Appunti per un approccio metodologico