"Scrittori del mondo arabo, iraniano e turco leggono Sciascia"