La paura del contagio: l’animale, il non-umano e il disumano in Ciandala di August Strindberg