Neutralità della rete, tariffe gratuite e giardini recintati: le difficili scelte della libertà intellettuale