In questo lavoro mostro come varietà geograficamente molto vicine tra loro abbiano sviluppato un sistema linguistico molto differente – partendo da una situazione presumibilmente identica – rispetto ad uno stesso fenomeno: la sintassi OV/VO. Il mòcheno di Fierozzo conserva solo residui di sintassi OV, come la posizione dei prefessi separabili o di elementi leggeri come i quantificatori, mentre gli altri ambiti della sintassi rilevanti a definire se una lingua è OV/VO sono decisamente romanzi. Queste caratteristiche lo avvicinano al cimbro parlato a Luserna (Grewendorf/Poletto 2005). La varietà di Palù mostra un intacco della sintassi OV nelle principali; nelle secondarie ha perso la sintassi tedesca rigida solo nelle dichiarative introdotte da ‘che’. Le altre secondarie sono saldamente OV. Sembrerebbe essere un gradino avanti nel passaggio da OV a VO rispetto al sappadino (Grewendorf/Poletto 2005). L'unica costruzione sempre VO è la frase interrogativa diretta, che non ammette in nessun caso la struttura a parentesi verbale.

Realtà dialettali a confronto: la perdita dell'ordine OV nel dialetto tedesco della valle del Fersina

COGNOLA, FEDERICA
2008-01-01

Abstract

In questo lavoro mostro come varietà geograficamente molto vicine tra loro abbiano sviluppato un sistema linguistico molto differente – partendo da una situazione presumibilmente identica – rispetto ad uno stesso fenomeno: la sintassi OV/VO. Il mòcheno di Fierozzo conserva solo residui di sintassi OV, come la posizione dei prefessi separabili o di elementi leggeri come i quantificatori, mentre gli altri ambiti della sintassi rilevanti a definire se una lingua è OV/VO sono decisamente romanzi. Queste caratteristiche lo avvicinano al cimbro parlato a Luserna (Grewendorf/Poletto 2005). La varietà di Palù mostra un intacco della sintassi OV nelle principali; nelle secondarie ha perso la sintassi tedesca rigida solo nelle dichiarative introdotte da ‘che’. Le altre secondarie sono saldamente OV. Sembrerebbe essere un gradino avanti nel passaggio da OV a VO rispetto al sappadino (Grewendorf/Poletto 2005). L'unica costruzione sempre VO è la frase interrogativa diretta, che non ammette in nessun caso la struttura a parentesi verbale.
L'Italia dei dialetti
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Cognola_Realtà_2008.pdf

non disponibili

Dimensione 2.84 MB
Formato Adobe PDF
2.84 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10278/3720653
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact