La pubblicazione del romanzo "L'arte della gioia" di Goliarda Sapienza arrivò, per l'Italia, soltanto nel 1998, dopo vent'anni dall'edizione completa destinata alle case editrici e a seguito di numerosi rifiuti editoriali, narrati nella "Cronistoria" del 2016. Questo saggio ricostruisce il periodo 1978-1994 mettendo in relazione documenti provenienti da vari Archivi di scrittori e critici ed Archivi editoriali, oltre che romanzi e volumi di autrici che si esposero tra anni Settanta e Ottanta. L'analisi del contesto editoriale coevo contribuisce a determinare alcune tra le possibili cause della mancata pubblicazione dell'opera integrale in vita, considerando d'interesse la prima edizione ridotta del 1994. In particolare si affrontano i ruoli di Enzo Siciliano e Sergio Pautasso, della Rizzoli e di Stampa Alternativa, di Attilio Bertolucci, di Angelo Pellegrino e il favore dell'allora Presidente della Repubblica Sandro Pertini, tentando una nuova sistematizzazione nel quadro della narrativa coeva - come già asserito - con particolare riferimento ad Anna Maria Ortese.

L’arte della gioia di Goliarda Sapienza: una pubblicazione lunga vent’anni (1978-1998)

Alessandra Trevisan
2019

Abstract

La pubblicazione del romanzo "L'arte della gioia" di Goliarda Sapienza arrivò, per l'Italia, soltanto nel 1998, dopo vent'anni dall'edizione completa destinata alle case editrici e a seguito di numerosi rifiuti editoriali, narrati nella "Cronistoria" del 2016. Questo saggio ricostruisce il periodo 1978-1994 mettendo in relazione documenti provenienti da vari Archivi di scrittori e critici ed Archivi editoriali, oltre che romanzi e volumi di autrici che si esposero tra anni Settanta e Ottanta. L'analisi del contesto editoriale coevo contribuisce a determinare alcune tra le possibili cause della mancata pubblicazione dell'opera integrale in vita, considerando d'interesse la prima edizione ridotta del 1994. In particolare si affrontano i ruoli di Enzo Siciliano e Sergio Pautasso, della Rizzoli e di Stampa Alternativa, di Attilio Bertolucci, di Angelo Pellegrino e il favore dell'allora Presidente della Repubblica Sandro Pertini, tentando una nuova sistematizzazione nel quadro della narrativa coeva - come già asserito - con particolare riferimento ad Anna Maria Ortese.
1/2019 (Anno II)
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10278/3717252
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact