La scultura come gioco: Pino Pascali, ‘Cinque bachi da setola e un bozzolo’