Arte da abbandonare e spazi di cui riappropriarsi: Franco Mazzucchelli. ‘Abbandono’