Nel 1548 venne stampato il Discorso contra la dottrina et le profetie di fra Girolamo Savonarola, redatto dal vescovo domenicano Ambrogio Catarino. A mezzo secolo di distanza dalla morte sul rogo del frate di ferrarese, la comparsa di quell’opera ebbe l’effetto di riaprire una polemica savonaroliana sopita da diversi anni, suscitando la reazione dei piagnoni superstiti ma anche fornendo lo spunto per ulteriori attacchi alla memoria del predicatore scomparso. In appendice all’articolo vengono pubblicate due opere del savonaroliano Benedetto Luschino scritte in risposta al Discorso del Catarino e rimaste manoscritte fino ad oggi.

Catarino contro Savonarola: reazioni e polemiche

DALL'AGLIO Stefano
2006

Abstract

Nel 1548 venne stampato il Discorso contra la dottrina et le profetie di fra Girolamo Savonarola, redatto dal vescovo domenicano Ambrogio Catarino. A mezzo secolo di distanza dalla morte sul rogo del frate di ferrarese, la comparsa di quell’opera ebbe l’effetto di riaprire una polemica savonaroliana sopita da diversi anni, suscitando la reazione dei piagnoni superstiti ma anche fornendo lo spunto per ulteriori attacchi alla memoria del predicatore scomparso. In appendice all’articolo vengono pubblicate due opere del savonaroliano Benedetto Luschino scritte in risposta al Discorso del Catarino e rimaste manoscritte fino ad oggi.
164
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10278/3712745
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 2
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact