L'articolo rielabora e amplia le mie postfazioni ai romanzi di Dag Solstad, un autore introdotto per la prima volta in Italia grazie alle traduzioni della casa editrice Iperborea di Milano. Le traduzioni dei romanzi del maggiore scrittore norvegese vivente sono di Maria Valeria D'Avino e mie. Inserito assieme a numerosi altri saggi su grandi autori e momenti della letteratura norvegese, raccolti nel volume 18 dei Quaderni del Premio Letterario Giuseppe Acerbi, il saggio offre ai lettori italiani un profilo aggiornato di Solstad e del suo universo romanzesco, fortemente norvegese ma che ha anche conosciuto, nel XXI secolo, il riconoscimento internazionale attraverso le traduzioni.

L’uomo romanzesco di Dag Solstad, norvegese e universale

Massimo Ciaravolo
2018

Abstract

L'articolo rielabora e amplia le mie postfazioni ai romanzi di Dag Solstad, un autore introdotto per la prima volta in Italia grazie alle traduzioni della casa editrice Iperborea di Milano. Le traduzioni dei romanzi del maggiore scrittore norvegese vivente sono di Maria Valeria D'Avino e mie. Inserito assieme a numerosi altri saggi su grandi autori e momenti della letteratura norvegese, raccolti nel volume 18 dei Quaderni del Premio Letterario Giuseppe Acerbi, il saggio offre ai lettori italiani un profilo aggiornato di Solstad e del suo universo romanzesco, fortemente norvegese ma che ha anche conosciuto, nel XXI secolo, il riconoscimento internazionale attraverso le traduzioni.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
ACERBI_quaderni_mar19_lowres.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: Accesso libero (no vincoli)
Dimensione 5.63 MB
Formato Adobe PDF
5.63 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10278/3712416
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact