Il XV aggiornamentodella Circolare Banca d’Italia n. 263 del2 luglio 2013 ha comportato una rivisitazione delle mansioni attribuibili al risk manager, con una conseguente ridefinizione del suo ruolonell’ambito dell’attività di monitoraggio cui è deputato. Il presente contributo mette primariamente in luce quali implicazioni le recenti modifiche della classificazione creditizia e le ultime novità in materia di procedure concorsuali comportino in merito. Conseguentemente a tale analisi si propongono dei criteri di segmentazione del portafoglio creditizio e un metodo per valutare la congruità degli accantonamenti.

I controlli di secondo livello sul credito: recenti mutamenti e implicazioni operative per le banche locali

Federico Beltrame
;
2017

Abstract

Il XV aggiornamentodella Circolare Banca d’Italia n. 263 del2 luglio 2013 ha comportato una rivisitazione delle mansioni attribuibili al risk manager, con una conseguente ridefinizione del suo ruolonell’ambito dell’attività di monitoraggio cui è deputato. Il presente contributo mette primariamente in luce quali implicazioni le recenti modifiche della classificazione creditizia e le ultime novità in materia di procedure concorsuali comportino in merito. Conseguentemente a tale analisi si propongono dei criteri di segmentazione del portafoglio creditizio e un metodo per valutare la congruità degli accantonamenti.
42
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Beltrame e Masutti (2017) articolo.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: Accesso chiuso-personale
Dimensione 523.32 kB
Formato Adobe PDF
523.32 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10278/3711338
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact