L’attenzione sino ad ora riservata all’erudizione letteraria ha forse posto in ombra le profonde competenze che Marco Forcellini seppe acquisire nello studio del diritto, conoscenze che egli poté mettere in pratica a partire dal 1753, allorché venne chiamato in qualità di vicario e luogotenente generale alla corte della famiglia Collalto. Raggiunse l’apice della sua carriera giuridica negli anni seguenti, quando la Repubblica di Venezia ebbe modo di apprezzare le sue doti e capacità professionali inviandolo, quale responsabile e consultore giuridico, in varie città della terraferma poste sotto il suo dominio.

L’altra vita di Marco Forcellini: dalla Venezia dei dogi al legame con i conti di Collalto

Tomassoni, R.
2018

Abstract

L’attenzione sino ad ora riservata all’erudizione letteraria ha forse posto in ombra le profonde competenze che Marco Forcellini seppe acquisire nello studio del diritto, conoscenze che egli poté mettere in pratica a partire dal 1753, allorché venne chiamato in qualità di vicario e luogotenente generale alla corte della famiglia Collalto. Raggiunse l’apice della sua carriera giuridica negli anni seguenti, quando la Repubblica di Venezia ebbe modo di apprezzare le sue doti e capacità professionali inviandolo, quale responsabile e consultore giuridico, in varie città della terraferma poste sotto il suo dominio.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10278/3710753
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact