«…quanti piacevoli basci, quanti amorosi abracciari». Note sul lessico amoroso dell’Elegia di madonna Fiammetta