«Comprendere il presente» recita il sottotitolo dell’ultimo libro di Peter Wagner, e non è subito chiaro se si tratti di una glossa approssimativa, dell’esito infelice di un’incertezza editoriale o se, al contrario, l’espressione non racchiuda invero la pretesa più ferma fra le numerose avanzate dal sociologo tedesco attualmente in cattedra a Trento. Superata una prima reazione di spaesamento, si capirà in effetti che al titolo era affidata null’altro che l’enunciazione del pur oneroso tema, ma è quella frase sibillina e solo in apparenza ingenua a rivelare la tesi più propria del libro: la modernità non sarebbe un’epoca conclusa o crepuscolare, bensì un concetto ancora utile a cogliere gli elementi decisivi del tempo globale in cui viviamo.

Recensione di Peter Wagner, Modernità. Comprendere il presente

Giulio Azzolini
2013-01-01

Abstract

«Comprendere il presente» recita il sottotitolo dell’ultimo libro di Peter Wagner, e non è subito chiaro se si tratti di una glossa approssimativa, dell’esito infelice di un’incertezza editoriale o se, al contrario, l’espressione non racchiuda invero la pretesa più ferma fra le numerose avanzate dal sociologo tedesco attualmente in cattedra a Trento. Superata una prima reazione di spaesamento, si capirà in effetti che al titolo era affidata null’altro che l’enunciazione del pur oneroso tema, ma è quella frase sibillina e solo in apparenza ingenua a rivelare la tesi più propria del libro: la modernità non sarebbe un’epoca conclusa o crepuscolare, bensì un concetto ancora utile a cogliere gli elementi decisivi del tempo globale in cui viviamo.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
AZZOLINI G (2013), Recensione di Peter Wagner, Modernità.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: Accesso chiuso-personale
Dimensione 35.09 kB
Formato Adobe PDF
35.09 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10278/3707572
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact