L’articolo si prefigge di illustrare i primi risultati di uno studio che è stato condotto in importanti archivi e biblioteche di città italiane e austriache quali Milano, Venezia, Padova e Vienna e che concentra la propria attenzione su una peculiare istituzione giudiziaria, la Commissione militare in Este. Tale Commissione operò per circa un quadriennio (1850-1854) in alcune province del Veneto asburgico del post ’48 in una situazione di stato d’assedio ed in un particolare momento di transizione istituzionale dell’Impero austriaco, quale quello della cosiddetta ‘‘età neoassolutistica ’’.

Prospettive di ricerca sul Veneto asburgico del post '48: il caso della Commissione militare in Este

Luca Rossetto
2018-01-01

Abstract

L’articolo si prefigge di illustrare i primi risultati di uno studio che è stato condotto in importanti archivi e biblioteche di città italiane e austriache quali Milano, Venezia, Padova e Vienna e che concentra la propria attenzione su una peculiare istituzione giudiziaria, la Commissione militare in Este. Tale Commissione operò per circa un quadriennio (1850-1854) in alcune province del Veneto asburgico del post ’48 in una situazione di stato d’assedio ed in un particolare momento di transizione istituzionale dell’Impero austriaco, quale quello della cosiddetta ‘‘età neoassolutistica ’’.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Prospettive di ricerca.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: Accesso chiuso-personale
Dimensione 8.01 MB
Formato Adobe PDF
8.01 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10278/3701582
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact