“Narrare in versi” dal Libro di Fiorio e Biancifiore al Teseida: sulla struttura dell’ottava rima nel Trecento