Among the eight key competences in Europe, the “sense of initiative and entrepreneurship” is the least aimed at the secondary school level and the one young Italians develop much less than their immigrant peers. Our research involves two classes of pre-adolescent students, with a good number of immigrants, which we have divided into working groups. They were asked to face reality, authentic tasks and show ability to deal with real problem solving by adopting cooperative methodologies. The key hypothesis is that intercultural cooperative learning tasks may improve and increase the processes relevant to the six indicators of competence (idea-action translation, creativity, innovation, risk taking, planning, project management) both for Italian students and non-Italian speakers.

La competenza “spirito di iniziativa e di imprenditorialità”, tra le otto competenze-chiave europee, è la meno perseguita nella scuola secondaria di primo grado, poco sviluppata nei ragazzi italiani, senz’altro meno rispetto ai coetanei immigrati. La ricerca si rivolge a due classi di preadolescenti, con una consistente presenza di immigrati, organizzati in gruppi di lavoro eterogenei, con metodologie cooperative, chiamati ad affrontare situazioni-problema di realtà, compiti autentici e prove esperte. L’ipotesi chiave è che il lavoro in gruppo di apprendimento cooperativo interculturale, per compiti di realtà, migliora e incrementa i processi nei sei indicatori di tale competenza (traduzione idea-azione, creatività, innovazione, assunzione di rischio, pianificazione, gestione di progetti), sia negli studenti italiani che in quelli non italofoni.

Lo spirito di iniziativa e l’imprenditorialità. La formazione di una competenza interculturale nei preadolescenti. - The Sense of Initiative and Entrepreneurship. The Formation of an Intercultural Competence in Pre-adolescents

;TESSARO, Fiorino
2015

Abstract

La competenza “spirito di iniziativa e di imprenditorialità”, tra le otto competenze-chiave europee, è la meno perseguita nella scuola secondaria di primo grado, poco sviluppata nei ragazzi italiani, senz’altro meno rispetto ai coetanei immigrati. La ricerca si rivolge a due classi di preadolescenti, con una consistente presenza di immigrati, organizzati in gruppi di lavoro eterogenei, con metodologie cooperative, chiamati ad affrontare situazioni-problema di realtà, compiti autentici e prove esperte. L’ipotesi chiave è che il lavoro in gruppo di apprendimento cooperativo interculturale, per compiti di realtà, migliora e incrementa i processi nei sei indicatori di tale competenza (traduzione idea-azione, creatività, innovazione, assunzione di rischio, pianificazione, gestione di progetti), sia negli studenti italiani che in quelli non italofoni.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2015 Baschiera Tessaro Pread Imprend.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso gratuito (solo visione)
Dimensione 9 MB
Formato Adobe PDF
9 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10278/3679112
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact