Dalle "carte del contemporaneo". Una lettere inedita di G. Mazzariol a E. Gianferrari