Russia, lo zombie dell'URSS. Intervista a Vladimir Sorokin