La Sardegna è l’esempio emblematico di una terra che, pur nel cuore del Mediterraneo, ha storicamente sviluppato le vocazioni pastorali ed agricole ben più di quelle marittime. Ciò ha nutrito una corposa letteratura antropologica e geografica, in cui le relazioni tra l’uomo e le coste sono rimaste in secondo piano. Tuttavia, i litorali vengono parzialmente recuperati alla geografia e all’antropologia della Sardegna tramite gli stagni costieri che orlano l’isola. Emblema di questi ambienti di transizione tra terra e mare sono i fassonis, le barche di giunco degli stagni dell’Oristanese. Negli anni Sessanta e Settanta gli stagni sardi, con le secolari modalità di lavoro e di vita connesse, hanno suscitato interesse antropologico, culturale e socio-politico. Oggi, ridottasi la funzionalità originaria, gli stagni, e con essi le imbarcazioni tradizionali, appaiono in bilico tra sopravvivenza folklorica e promozione turistico-territoriale. L’articolo percorre questo crinale geo-antropologico.

Chi cheri pappai piscau, si sciundi su paneri. Barche, stagni e pescatori di Sardegna.

CAVALLO, Federica
2009

Abstract

La Sardegna è l’esempio emblematico di una terra che, pur nel cuore del Mediterraneo, ha storicamente sviluppato le vocazioni pastorali ed agricole ben più di quelle marittime. Ciò ha nutrito una corposa letteratura antropologica e geografica, in cui le relazioni tra l’uomo e le coste sono rimaste in secondo piano. Tuttavia, i litorali vengono parzialmente recuperati alla geografia e all’antropologia della Sardegna tramite gli stagni costieri che orlano l’isola. Emblema di questi ambienti di transizione tra terra e mare sono i fassonis, le barche di giunco degli stagni dell’Oristanese. Negli anni Sessanta e Settanta gli stagni sardi, con le secolari modalità di lavoro e di vita connesse, hanno suscitato interesse antropologico, culturale e socio-politico. Oggi, ridottasi la funzionalità originaria, gli stagni, e con essi le imbarcazioni tradizionali, appaiono in bilico tra sopravvivenza folklorica e promozione turistico-territoriale. L’articolo percorre questo crinale geo-antropologico.
59
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Cavallo_RF59.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Licenza non definita
Dimensione 970.24 kB
Formato Adobe PDF
970.24 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10278/32659
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact