Di Nergis, principessa ottomana, e Ippolita Sforza: due orazioni recitate in uno scenario culturale condiviso