Franciscae meae laudes: il 'tardoantico' di baudelaire