Si analizza la produzione dell’argentino Angel Villoldo come paroliere di tanghi e di altre canzoni di tipo folkloristico popolare. Si descrivono in particolare i tratti linguistici che sottolineano la provenienza e lo strato sociale dei personaggi, soprattutto quelli di origine straniera, cercando di analizzare l’uso che faceva del castigliano quell’eterogenea popolazione multilingue che si era concentrata sul Rio de la Plata all’inizio del XX secolo.

Angel Villoldo: un poeta popular en una sociedad multilingüe

LENARDUZZI, Rene' Julio
2004

Abstract

Si analizza la produzione dell’argentino Angel Villoldo come paroliere di tanghi e di altre canzoni di tipo folkloristico popolare. Si descrivono in particolare i tratti linguistici che sottolineano la provenienza e lo strato sociale dei personaggi, soprattutto quelli di origine straniera, cercando di analizzare l’uso che faceva del castigliano quell’eterogenea popolazione multilingue che si era concentrata sul Rio de la Plata all’inizio del XX secolo.
XXIV, n. 100
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Villoldo.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Licenza non definita
Dimensione 464.55 kB
Formato Adobe PDF
464.55 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10278/26029
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact