Il tema di fondo è il senso dell'esistenza, che viene affrontato alla luce di una “esperienza” particolarissima, che è filosofica, letteraria e teatrale insieme (ma anche psicologica e, in senso lato, culturale): quella della tragedia greca, la quale sembra sancire in modo inappellabile la destinazione dell'esistenza umana (e magari non solo di essa) al più radicale non-senso gettandola nella disperazione. L'ipotesi è che il teatro tragico consenta di scorgere, nelle tracce della follia, le tracce della verità, persuadendo ii mortali a partire dall'esibizione, sulla scena, della contraddizione più profonda che li anima.

Catastrofi dell'esistenza: figure dell'umano e del divino nella tragedia greca.

BRIANESE, Giorgio
2012

Abstract

Il tema di fondo è il senso dell'esistenza, che viene affrontato alla luce di una “esperienza” particolarissima, che è filosofica, letteraria e teatrale insieme (ma anche psicologica e, in senso lato, culturale): quella della tragedia greca, la quale sembra sancire in modo inappellabile la destinazione dell'esistenza umana (e magari non solo di essa) al più radicale non-senso gettandola nella disperazione. L'ipotesi è che il teatro tragico consenta di scorgere, nelle tracce della follia, le tracce della verità, persuadendo ii mortali a partire dall'esibizione, sulla scena, della contraddizione più profonda che li anima.
Ritorno ad Atene. Studi in onore di Umberto Galimberti
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Catastrofi dell'esistenza.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso gratuito (solo visione)
Dimensione 1.18 MB
Formato Adobe PDF
1.18 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10278/22722
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact