Aumann e la teoria dei giochi