Ancora sulla ritrattistica di Tiziano