In margine alla nuova edizione di Ausonio