Lessicografia e storia sociale: gli "schiavi" di Ebla