Aristotele, Gorgia e lo sviluppo della retorica