Nuovi frammenti della geometria "boeziana" in un codice del IX secolo?