Teatro gesuitico e melodramma: incontri, complicità, convergenze