"Mutazione a vista": il teatro musicale tra decadentismo e avanguardie