In viaggio verso la soggettività: 'Humphry Clinker' di Tobias Smollett