Il contributo esamina il dato epigrafico all'interno di un volume che raccoglie i primi risultati dell’ampio e articolato progetto di ricerca dedicato al Mitreo del Circo Massimo, frutto della Convenzione di Ricerca stipulata nel 2016 tra la Sovrintendenza Capitolina e l’Università. degli Studi di Trieste. Nell’ambito di tale collaborazione, che ha coinvolto successivamente anche l’Università. degli Studi di Venezia e il Politecnico di Milano, è stato affrontato con un approccio multidisciplinare lo studio di uno dei monumenti mitraici più importanti di Roma antica, ancora sostanzialmente inedito e poco conosciuto al pubblico dei non specialisti Nel volume sono presentati approfonditamente gli aspetti topografici, architettonici e decorativi del Mitreo, avvalendosi della realizzazione di un nuovo rilievo archeologico dell’edificio, con la mappatura di tutte le fasi edilizie conservate. Il progetto di studio e di valorizzazione ha comportato anche una serie di interventi mirati di restauro, che hanno implementato il sistema di monitoraggio ambientale collocando una serie di sensori funzionali alla rilevazione dei mutamenti nel delicato microclima dei vani ipogei. La pubblicazione a più voci rappresenta, dunque, un traguardo importante per la Sovrintendenza Capitolina e mostra, ancora una volta, quanto la collaborazione tra enti di tutela e di ricerca possa essere feconda di risultati.

Il dato epigrafico

G. Cresci
2022

Abstract

Il contributo esamina il dato epigrafico all'interno di un volume che raccoglie i primi risultati dell’ampio e articolato progetto di ricerca dedicato al Mitreo del Circo Massimo, frutto della Convenzione di Ricerca stipulata nel 2016 tra la Sovrintendenza Capitolina e l’Università. degli Studi di Trieste. Nell’ambito di tale collaborazione, che ha coinvolto successivamente anche l’Università. degli Studi di Venezia e il Politecnico di Milano, è stato affrontato con un approccio multidisciplinare lo studio di uno dei monumenti mitraici più importanti di Roma antica, ancora sostanzialmente inedito e poco conosciuto al pubblico dei non specialisti Nel volume sono presentati approfonditamente gli aspetti topografici, architettonici e decorativi del Mitreo, avvalendosi della realizzazione di un nuovo rilievo archeologico dell’edificio, con la mappatura di tutte le fasi edilizie conservate. Il progetto di studio e di valorizzazione ha comportato anche una serie di interventi mirati di restauro, che hanno implementato il sistema di monitoraggio ambientale collocando una serie di sensori funzionali alla rilevazione dei mutamenti nel delicato microclima dei vani ipogei. La pubblicazione a più voci rappresenta, dunque, un traguardo importante per la Sovrintendenza Capitolina e mostra, ancora una volta, quanto la collaborazione tra enti di tutela e di ricerca possa essere feconda di risultati.
Il Mitreo del Circo Massimo. Studio preliminare di un monumento inedito tra archeologia, conservazione e fruizione
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Archeologia-12-MitreoOpenstarTs.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso libero (no vincoli)
Dimensione 100.54 MB
Formato Adobe PDF
100.54 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10278/5007761
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact