Sull'alchimia del dire in turco: dal lambicco di una tradizione alla frugalità del quotidiano ricordo