La produzione e l’utilizzo delle fonti orali sono diventati una questione di grande attualità per gli studiosi e le studiose che lavorano con le interviste come strumenti di analisi. È quindi concreta l’urgenza di una riflessione sui temi dell’acquisizione, della conservazione e della messa a disposizione di tali documenti. Il vivace dibattito che ne è nato, alimentato da seminari, pubblicazioni, tavoli di lavoro, sta coinvolgendo numerosi istituti culturali, enti di ricerca, associazioni che negli anni si sono fatti promotori sul territorio di riferimento e non solo della raccolta di narrazioni orali. Il documento Buone pratiche per la storia orale – di cui il saggio presenta genesi, contesto e punti qualificanti – vuole rappresentare una prima tappa di un simile percorso. I cambiamenti tecnologici e gli aspetti giuridici legati alla tutela dei dati personali stanno poi ponendo nuove questioni che impongono, prima di tutto, una riflessione metodologica sulla responsabilità e sulla sfera deontologica di chi si occupa di fonti orali.

Buone pratiche per la storia orale: un cantiere aperto

Alessandro Casellato
2021

Abstract

La produzione e l’utilizzo delle fonti orali sono diventati una questione di grande attualità per gli studiosi e le studiose che lavorano con le interviste come strumenti di analisi. È quindi concreta l’urgenza di una riflessione sui temi dell’acquisizione, della conservazione e della messa a disposizione di tali documenti. Il vivace dibattito che ne è nato, alimentato da seminari, pubblicazioni, tavoli di lavoro, sta coinvolgendo numerosi istituti culturali, enti di ricerca, associazioni che negli anni si sono fatti promotori sul territorio di riferimento e non solo della raccolta di narrazioni orali. Il documento Buone pratiche per la storia orale – di cui il saggio presenta genesi, contesto e punti qualificanti – vuole rappresentare una prima tappa di un simile percorso. I cambiamenti tecnologici e gli aspetti giuridici legati alla tutela dei dati personali stanno poi ponendo nuove questioni che impongono, prima di tutto, una riflessione metodologica sulla responsabilità e sulla sfera deontologica di chi si occupa di fonti orali.
Buone pratiche per la storia orale. Guida all'uso
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Casellato_Introduzione_Buone pratiche per la storia orale_un cantiere aperto.pdf

embargo fino al 13/10/2022

Tipologia: Documento in Pre-print
Licenza: Accesso chiuso-personale
Dimensione 1.07 MB
Formato Adobe PDF
1.07 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10278/3744847
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact